Il delirio della “dolce morte”

euthanasia

Bisogna ammetterlo: hanno ragione loro! E’ così, hanno ragione loro. Da un punto di vista unicamente umano, sentimentale, la sofferenza fisica non ha proprio alcun senso logico. Del resto, perchè soffrire? Che senso ha? Molto meglio farla finita subito. Questa è l’opera perfetta di Satana: la completa rimozione del riferimento cristiano, sicuro, che dà senso a tutto, compresi la sofferenza e il dolore più atroce. Tolto quello, nulla ha senso, neppure il dolore e la vita stessa. Una volta che l’essere umano perde di vista questo faro che illumina tutta l’esistenza, e la rende immensamente preziosa ai fini della sua redenzione, specialmente nei momenti in cui la croce quotidiana è insostenibile, prevale la cinica logica del pragmatismo e del mercato: se la sofferenza non ha alcun senso razionale, e non è economicamente sostenibile, è ovvio rimuoverla.
Proprio per questo non riusciremo mai a vincere questa battaglia sul solo piano razionale, perchè ogni aspetto dell’intera creazione, compresa la sofferenza, non è interamente spiegabile sul solo piano razionale, ma necessita del costante supporto della Fede.
Quando l’assuefazione del sentimento diventa totale, persino la ragione viene soffocata.
Che umanità è un’umanità che ogni giorno sa dare ai suoi figli mille diverse ragioni per uccidersi, ma non una sola ragione per cui valga davvero la pena vivere? Chiediamocelo. Che umanità è?
La battaglia che stiamo combattendo non è certo una semplice battaglia politica, ma è una guerra totale, tra Bene e Male, che si combatte in sfere molto più alte di quella fisica, e di cui noi uomini siamo semplici strumenti.
Chi apprezza “Il Signore degli Anelli” saprà certamente cogliere molte analogie con Tolkien.
La responsabilità delle gente “normale”, inconsapevole di quello che dice ma che giustifica tutti i deliri etici della nostra epoca, è unicamente culturale, e l’ignoranza è sempre un’aggravante, non certo un’attenuante per giustificarsi. Oggigiorno la gente non sa nulla, un pò perchè non è disposta a mettersi in discussione e un pò perchè il diavolo ha distrutto da decenni il substrato culturale cattolico che darebbe tutte le giuste spiegazioni che ciascuno ricerca. E nonostante questo, ognuno straparla nel far west del relativismo, dove l’unica regola che prevale in questo delirio culturale è quella del “secondo me”.
La responsabilità di chi invece è pienamente consapevole che anche la sofferenza ha senso nella vita ai fini della redenzione dell’uomo, ma fa leva sull’ignoranza diffusa della suddetta gente “normale” per legittimare questi piani, per creare il business della cosiddetta “dolce morte” e per sollevare lo Stato dal costo che richiede la cura di un malato terminale, invece è fattuale. La ragione per cui oggigiorno viene sdoganata l’ideologia della “dolce morte” nella nostra società occidentale è, come sempre, di duplice natura: economica e spirituale. Costoro un giorno dovranno riconsegnare al Tribunale della Giustizia ogni singolo centesimo accumulato in terra a scapito della vita umana. Ma a quel punto, forse, il debito accumulato potrebbe essere insanabile.

Ecco quale è la Santa Verità rivelata da Gesù Cristo nella sua Chiesa:
https://1timoteo4.wordpress.com/2017/02/27/leutanasia-secondo-la-chiesa/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...